Meglio 24option o IQ Option? Opinioni sulla convenienza e differenze

Ogni anno nascono nuovi broker che offrono il trading in opzioni binarie, ma la percentuale di traders che si affida prevalentemente alle piattaforme che ormai operano nel settore da anni rimane ampiamente la maggioranza. Non solo, nella dualità di scelta, sono molti investitori che anziché concentrarsi sulla ricerca di pareri ed opinioni su due “classici” del settore come nel caso di 24option o Iqoption, finiscono con l’investire con entrambi. Questi due brokers infatti presentano delle caratteristiche che possono esser considerate anche complementari.

Sicurezza e piattaforme

24option è un broker autorizzato Consob e Cysec. La sede è a Cipro e la società che la gestisce è una delle più grandi per i servizi di trading online, la Rodeler Limited, che gestisce altre note piattaforme. I Paesi raggiunti sono oltre 200, e la qualità dei servizi offerti ha ormai consolidato recensioni in modo positivo.

Per Iqoption il discorso è analogo, poiché anche in questo caso esiste la doppia autorizzazione, sia Cysec che Consob. La società che gestisce il marchio in questione è la Iqoption Europe Ltd per il comparto europeo (sempre con Sede in Cipro). Il criterio della sicurezza e dell’affidabilità non può quindi essere utilizzato per individuare tra 24option o Iqoption il broker migliore, ed anzi rafforza la tendenza di volerli scegliere entrambi.

Per quanto riguarda le piattaforme ci troviamo di fronte a due scelte completamente differenti. 24option punta a un look elegante e una grafica non troppo semplificata. Iqoption invece si basa su un’interfaccia con un carattere fondamentalmente essenziale. I sistemi operativi compatibili sono per entrambi tutti quelli principali, come Windows e Mac, mentre per il mobile trading sia iOs che Android. I pareri sono ugualmente buoni sia per l’app di 24option che per quella di Iqoption. Una differenza la troviamo solo per la gestione del conto demo, riguardo al quale le due piattaforme portano avanti scelte molto differenti.

Account e conto demo

Normalmente per ottenere conti demo gratuiti bisogna comunque aver prima aperto il proprio account e aver fatto il primo deposito minimo richiesto. Questa scelta non viene smentita nemmeno da 24option, per il quale il conto demo è previsto tramite richiesta di attivazione al proprio manager account.

Invece Iqoption si presenta sotto una luce differente dalla maggioranza dei brokers che offrono l’investimento in opzioni binarie visto che la possibilità di apertura del conto demo si ha anche solo dopo la registrazione (l’ammontare dei soldi virtuali con cui esercitarsi non delude: 100 mila euro virtuali). Altro aspetto interessante è legato al trading mobile, visto che anche tramite app c’è possibilità di usare il conto demo per esercitarsi.

La diversificazione degli account vede in 24option il broker che è riuscito a dotarsi di una struttura meglio articolata e più semplice da gestire, con ben 5 account diversi. Tuttavia l’offerta più tradizionale e meno ricca di Iqoption non lascia troppo insoddisfatti. Mettendo a confronto la politica sul conto demo e l’offerta sui possibili account da aprire (come tipologia, livello di assistenza e strumenti disponibili) questi due brokers chiudono in una situazione di sostanziale pareggio.

Deposito minimo e percentuali di guadagno

Sul deposito minimo troviamo invece grande differenza: 24option prevede una somma minima da depositare di 200 euro, mentre con Iqoption si parte anche solamente da 10 euro. Quindi anche le somme minime da investire rispondono in modo molto differente, essendo pari ad almeno 25 euro per 24option e a solo 1 euro in caso di Iqoption. Tuttavia le percentuali di guadagno medie sono abbastanza allineate, con una percentuale che può superare il 90% (massimo 93% per Iqoption).

In questo ambito la differenza è a livello molto personale, e dipende solamente dalle somme che si hanno a disposizione per effettuare gli investimenti: chi vuole provare, soprattutto agli inizi con poco può trovare molto più vantaggiose le condizioni di Iqoption, mentre chi ha più tempo e più disponibilità finanziarie per investire può tranquillamente scegliere senza troppi affanni anche 24option.

Possibilità di scelta tra i sistemi di pagamento

Per prelevare e depositare si usufruisce di un buon ventaglio di scelte, aspetto in generale comunque di tutti i broker più affermati. 24option mette a disposizione anche sistemi meno affermati (come ad esempio Qwi), mentre per i sistemi più popolari come nel caso delle carte di credito Visa e Mastercard (compreso Maestro e Visa electron come circuiti), il bonifico bancario e i conti elettronici come Neteller e Skrill non ci sono differenze che possano aiutare nella propria scelta.

Sempre concentrando l’attenzione sulle differenze troviamo il fatto che Iqoption rimane coerente con la propria politica di somme contenute per i trasferimenti di denaro in entrata ed in uscita, facendo partire la soglia minima da prelevare a soli 2 euro (ci possono essere limiti più alti previsti dal sistema scelto). Quindi anche da questo punto di vista non possiamo parlare di vere e proprie opinioni positive o negative, ma solamente dell’opportunità di poter iniziare a fare trading impiegando somme molto basse facilmente movimentabili. Un aspetto comunque interessante che libera dal timore di non poter ottenere prelievi se si vuole cambiare orientamento, broker o modalità di investimento, semplicemente perché non si dispone della soglia minima necessaria. A livello di versamenti e prelievi la sicurezza per entrambi i broker è molto elevata grazie all’adozione di sistemi crittografati.

Assistenza e supporto clienti

Sia che si cerchino informazioni sui forum, specialmente quelli che si occupano e offrono spazio proprio agli aspetti pratici del trading online, e sia che si vadano a cercare informazioni sulle varie recensioni, diventa chiaro che per 24option e Iqoption il servizio clienti è professionale, offre risposte in tempi rapidi, e aiuta in modo concreto nella risoluzione dei problemi.

A livello di supporto troviamo un buon servizio erogato tramite la figura dell’account manager, che nel caso di 24option fa anche da filtro per accedere ad alcuni servizi (come nel caso del conto demo come già detto) direttamente accessibili con Iqoption.

Conclusioni

Su alcuni parametri 24option e Iqoption sono perfettamente sovrapponibili, mentre per altri si trovano concretamente in contrapposizione. Tuttavia le differenze e le similitudini, che vanno vagliate in funzione delle proprie necessità ed aspettative, si incontrano in modo molto favorevole, così da spingere verso il discorso della complementarità più che di vera e propria contrapposizione ed esclusione.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!