Tecniche di trading con i BreakOut su Supporti e Resistenze

La rottura di un livello di resistenza o supporto dopo un periodo più o meno lungo di lateralità si identifica con il nome di BreakOut. Su questa figura sono nati numerosi sistemi di trading online e qui riportiamo i concetti principali per applicare questo tipo di tecnica sul mercato forex.

Questo tipo di tecnica è consigliata per il trading con timeframe da h4 in poi. Se si utilizzano timeframe minori c’è il rischio di ottenere numerosi falsi segnali che possono compromettere la redditività del sistema.

Rottura e movimenti contrari

Il primo concetto da imparare è che a seguito di una rottura si presentano spesso forze di movimento contrarie che tendono a riportare i prezzi sul livello di breakout. Se il breakout è davvero forte, il trader deve approfittare di questi momenti per entrare a mercato e posizionare i suoi ordini riducendo il rischio.

Questo concetto è tanto più sano quanto più il timeframe in cui si è realizzato il breakout è elevato.

Graficamente avviene un movimento simile al seguente:

In base al grafico di esempio il miglior momento per entrare al ribasso sul mercato non è alla rottura del supporto ma nel momento successivo in cui si realizza il movimento contrario temporaneo (in questo caso rappresentato dalle candele bianche nell’ellisse in giallo).

Come riconoscere la forza del BreakOut

Non tutti i breakout possono creare una spinta direzionale soddisfacente ed è opportuno visualizzare alcuni dati aggiuntivi come l’analisi dei volumi o un indicatore.

Da questa immagine si intuisce facilmente l’aumento dei volumi a seguito di ogni breakout sui supporti rappresentati dalle linee verdi orizzontali. Quindi un buon breakout è sempre accompagnato da un aumento dei volumi di trading (anche temporaneo).

Un altro metodo di analisi della bontà del breakout è dato dall’utilizzo dell’indicatore On Balance Volume (OBV) disponibile su tutte le piattaforme metatrader. Questo indicatore ci mostra se i volumi stanno crescendo o no, cioè se i volumi scambiati dai trader che si concentrano su un titolo sono in aumento oppure no.

L’utilizzo di tale indicatore deve essere rivolto alla ricerca dei breakout sullo stesso che confermano i breakout sui prezzi, ecco un esempio:

In questo caso i breakout sull’obv non sono di facile comprensione mentre in altri possono essere facilmente individuabili:

In conclusione il trading sui breakout si rivela una buona tecnica ma è necessario un grado di conoscenza approfondito del titolo o della valuta oggetto di trading altrimenti si rischia di fare trading con molti falsi segnali.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!