Elenco Forex broker con Paypal e Postepay

Le piattaforme di trading Forex, operando necessariamente online, impongono l’uso di metodi di pagamento elettronici.

Broker Forex
Recensione
PayPal
PostePay
Sito ufficiale
Plus500
iForex
eToro
AVAFX
 

Il numero di broker che ha ampliato la tipologia di metodi differenti accettati, è quindi andata di pari passo con la crescita degli Stati in cui sono andati ad operare, e la diversificazione anche del target di traders ai quali viene rivolta la propria offerta.

Un investitore oramai si trova davanti a una vasta gamma di scelte per ricaricare e prelevare dal proprio conto aperto presso il broker, ma mentre l’aspetto della sicurezza risponde generalmente a degli standard piuttosto elevati un po’ per tutti i metodi previsti, una grande differenza può riguardare la semplicità e i costi collegati alle varie operazioni (ad esempio bisogna controllare se il broker prevede l’applicazione di commissioni di prelevamento e deposito).

Tra i metodi maggiormente utilizzati, in quanto rispecchiano sia il requisito di semplicità che economicità, troviamo la Postepay e Paypal.

Le caratteristiche della ricarica con Postepay

La Postepay rappresenta una delle carte prepagate più usate, in quanto non richiede un conto corrente di appoggio, ha bassi costi di gestione e ricarica, ed in più è collegabile a Paypal.

Può essere usata sia per effettuare quindi i pagamenti, ma anche per riceverne. I costi di gestione riguardano la spesa di emissione che ha un costo di 5 euro (non prevista in caso di richiesta di una nuova carta mediante call center da clienti già in possesso di una PostePay con una validità residua non superiore a 2 mesi o non scaduta da 12 mesi)

mentre non ci sono canoni di utilizzo. Le ricariche invece hanno un costo fisso di 1 euro indipendentemente dall’importo ricaricato. L’unico limite che incontra l’uso della Postepay risiede negli importi massimi di ricarica sia su base mensile che annuale: al mese si possono ricaricare solo 3 mila euro, pari a 36 mila euro annui.

L’ostacolo può essere solo parzialmente aggirato intestandosi e usando più di una Postepay, poiché in questo caso l’importo annuo massimo ricaricabile è fissato a 50 mila euro.

Dati gli importi, ad di là di sicurezza e praticità, la ricarica di un conto per fare trading può avvenire in via esclusiva con la Postepay solo per i traders che si mantengono su un trading che non impiega volumi di capitali eccessivamente elevati. Se la si sceglie può essere impostata come metodo preferito associando il conto al numero della Postepay.

Elenco broker opzioni binarie che accettano Postepay e/o Paypal

Broker Opzioni Binarie Deposito Minimo Investimento Minimo Rendimento Sito ufficiale
24 Option 250€ 24€ 89%
TopOption 100€ 10€ 85%

Le caratteristiche della ricarica con Paypal

Paypal rappresenta il metodo di trasferimento di denaro più comodo ed impiegato al mondo, ampiamente utilizzabile anche per i broker Forex, visto che il limite di 2500 euro annui può essere facilmente superato associando una carta di credito (anche prepagata come la postepay) senza la necessità di essere titolare quindi di un conto corrente.

I trasferimenti di denaro però prevedono delle commissioni di poco inferiori al 3,5%, anche se questi costi possono essere ridotti, specialmente quando si tratta di elevati importi e pagamenti ricorrenti (contattando il servizio clienti Paypal). Rappresenta quindi un metodo indicato anche nel caso di trasferimenti di denaro piuttosto sostanziosi.

La scelta dell’uno o dell’altro dipende quindi oltre che dalle preferenze dei traders, anche dal tipo di commissioni previste dal broker in funzione dei vari mezzi di pagamento e dalle esigenze specifiche che si hanno.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!