Options, opzioni americane o binarie: come scegliere il miglior broker?

Il grande successo ottenuto dalle opzioni binarie ha appannato le potenzialità delle vere opzioni o option. Queste presentano delle peculiarità che permettono di raggiungere anche degli ottimi risultati sia come protezione del rischio che come rendimenti, ma a condizione che si conosca bene lo strumento finanziario e le strategie collegate. Tra le differenze di cui bisogna essere consapevoli ci sono anche quelle che intercorrono tra le opzioni americane e quelle europee.

La situazione ha inoltre acquistato altre sfaccettature con la scelta di Iq option di offrire la possibilità di fare trading sulle opzioni classiche. Cerchiamo di fare un pochino di chiarezza, individuando le principali caratteristiche e le potenzialità di ciascuna tipologia, così anche da capire come trovare il miglior broker che offre opzioni americane, europee e binarie.

Opzioni binarie: perché non sono delle “vere” option?

Quando investiamo su opzioni binarie noi scegliamo di acquistare una “direzione” ovvero il trend verso il quale pensiamo si muoverà il sottostante. Di fatto non acquistiamo alcun diritto sul sottostante stesso. Con le normali e vere opzioni invece acquistiamo il diritto di esercitare una determinata opzione. Possiamo quindi scegliere di cedere questo diritto oppure di arrivare alla scadenza, ed anche in questo caso decideremo se utilizzarlo oppure no.

Quindi in entrambi i casi potremo avere un’opzione call e una put, e dovremo decidere verso che direzione l’assets si muoverà. Tuttavia con un’opzione binaria una volta che si è avuto il responso del trend l’operazione si chiude, mentre nel caso di un’option potremo decidere come comportarci, sull’esercizio del diritto, ma anche sulle modalità tramite le quali andare a cambiare la nostra scelta (ad esempio cedendo l’opzione ad altri sul mercato regolamentato).

Quindi al di là del nome e della scelta tra call o put, le differenze sono abbastanza chiare, per cui non c’è modo di confonderle. Tra le altre cose i broker che offrono opzioni americane o europee e quelli che offrono opzioni binarie sono generalmente specializzati in un ambito (o con le prime o con le ultime) o comunque fanno un’offerta che rientra in sezioni ben distinte. Tra i primi broker ad offrire entrambe le tipologie troviamo, come detto, Iq Option.

Quali preferire?

Le opzioni binarie sono evidentemente molto più semplici da usare, e non bisogna avere particolari nozioni per cominciare a fare trading. Le opzioni vere e proprie invece sia se vengono utilizzate per realizzare delle strategie di copertura del rischio che per investimenti atti a centrare un certo rendimento, impongono non solo la conoscenza dello strumento, ma anche la capacità di gestire delle vere e proprie strategie dedicate. Quindi non sono degli strumenti che sono immediatamente alla portata di tutti, ma bisogna aver maturato prima una certa esperienza, dovendo anche affrontare oggettive difficoltà nel reperire varie offerte di formazione specifica.

La preferenza va quindi accordata alle opzioni binarie se si è poco esperti o del tutto digiuni con questo tipo di investimento, mentre i traders esperti potranno iniziare a diversificare gli investimenti usando le opzioni classiche (si tratta di una scelta che comunque dovrà essere maturata in una strategia di diversificazione molto più ampia).

Meglio le opzioni europee o quelle americane?

Come detto all’inizio coloro che stanno decidendo se iniziare a investire in opzioni o options devono anche tener conto delle differenze che ci sono tra le opzioni americane e quelle europee. Il funzionamento è lo stesso, ma quelle americane permettono di esercitare l’opzione in qualsiasi momento mentre quelle europee permettono di esercitare l’opzione solo alla scadenza. Per questa differenza, generalmente le opzioni americane sono considerate più remunerative di quelle europee, perché semplificano la gestione che di per sé risulta molto più flessibile, ma allo stesso tempo impongono anche l’impiego di una gestione dinamica.

Perché scegliere le opzioni classiche di Iq Option?

Le opzioni classiche di Iq Option non rientrano né nella categoria di quelle americane tradizionali e né in quelle europee sempre tradizionali. Infatti non si tratta proprio di “opzioni” ma si tratta di Cfd (vedi anche Forex o Cfd). Questa scelta è stata fatta perché gli analisti di Iq Option hanno voluto sfruttare la semplicità di funzionamento dei Cfd, che in più liberano dal rischio di dover prendere in considerazione il trasferimento dell’assets sul quale c’è l’opzione stessa, sfruttando allo stesso tempo la flessibilità delle opzioni binarie.

Di contro in qualsiasi momento si potrà decidere di vendere l’opzione classica al pari di ciò che accadrebbe con quelle americane. Le scelte rimangono comunque molto semplici perché si dovrà decidere se orientarsi su opzione classica di tipo put oppure di tipo call, su un determinato assets scelto.

In più, il fatto che siano stati scelti i Cfd come tipo di struttura dell’investimento porta a due immediati vantaggi:

  • le somme da investire inizialmente sono molto più basse di quelle che sarebbero necessarie per un contratto di opzioni tradizionali;
  • si potrà sfruttare la leva per poter amplificare l’investimento stesso.

Iq Option, anche nelle scelte delle opzioni binarie ha scelto di partire da solo 1 euro, una cifra che sembrava difficile da poter modificare a ribasso. Con le opzioni classiche si parte da soli 6 centesimi. Ma in più non si devono pagare le commissioni iniziali di investimento, ma solamente lo spread che il broker scelto applica per quel tipo di Cfd. La durata potrà essere anche piuttosto lunga, mentre il potenziale guadagno sarà condizionato dalla somma che si intende o può complessivamente investire, e dallo strike price scelto. Ovviamente più è lontano il livello di strike price scelto e maggiore sarà il guadagno potenziale che si potrà ottenere, sempre che la chiusura si verifichi in the money (quindi call su scelta call e put su scelta put).

Conclusioni

Per trovare il miglior broker in opzioni americane, non si dovrà cadere nell’errore di cercare un broker in opzioni binarie che usa come sottostante degli assets made in Usa (come azioni e indici azionari), ma un broker specializzato anche nell’offerta di questo tipo di options. Se si desiderano delle condizioni “alternative” non particolarmente complicate, allora si potranno prendere in considerazione le nuove opzioni classiche di Iq Option.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!