Bull Spread call o put: pro e conto della strategia complessa

La strategia Bull Spread, come si comprende dal nome, si può adottare su prodotti derivati (come le opzioni) quando ci si trova davanti alle aspettative di un mercato moderatamente rialzista. Ovviamente se il trend si dovesse confermare a rialzo, in modo molto più accentuato, con questa strategia si otterrebbero dei guadagni ben più interessanti, che di partenza sono pari alla differenza degli strike scelti, meno le commissioni pagate.

I principali vantaggi sono imputabili invece al fatto che i rischi sono abbastanza contenuti, per effetto della predeterminazione degli strike stessi. Infine si tratta di una strategia sintetica e di tipo verticale, infatti sia che si scelga un’opzione call che una put, la condizione fondamentale è che si provveda all’acquisto e vendita delle due opzioni, sullo stesso sottostante e con la medesima scadenza (vedi anche Bear Spread).

Dal punto di vista operativo: calcolo del pareggio, profitto e perdita

La prima cosa da calcolare è il punto di pareggio, ovvero laddove la perdita e il guadagno sono uguali. Lo strike price dovrà essere più elevato per la vendita che per l’acquisto nel caso delle call (per le put ovviamente si dovrà verificare l’esatto contrario quindi lo strike dovrà essere più basso di quello di acquisto).

Per avere un’idea sul potenziale margine di profitto e quello di perdita, si dovrà invece guardare il supporto superiore (massimo profitto) e quello inferiore (massima perdita) e questo fa comprendere che come strategia non si corrono dei rischi molto elevati.

Nella scelta delle opzioni è inoltre necessario selezionare, ad esempio in una Bull Spread Call, long call e short put, generalmente utilizzando una logica di lungo periodo, anche se secondo le attese si è orientati a pensare che il raggiungimento dello strike avvenga prima della scadenza dell’opzione stessa.

Vantaggi e svantaggi

Grazie all’uso dei grafici, e dei vari indicatori, riuscire a calcolare il punto di pareggio, e determinare i vari strike price è tutto sommato semplice, anche se questa strategia rientra tra quelle complesse. In più si ha, utilizzando degli strike predeterminati, un’idea chiara sia dei guadagni che delle possibili perdite che sono comunque contenute rispetto ad altre strategie più aggressive.

Altri articoli: Broker di opzioni binarie autorizzati Consob.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!