Tecniche di trading per fare scalping con CFD

Lo scalping costituisce più che una strategia, un approccio o uno stile di fare trading, che presenta delle caratteristiche tali da essere adatto solo a dei traders che abbiano conoscenze, competenze e personalità adatte.

La natura particolare dello scalping (che parte dalla velocità di esecuzione e dalla corrispondente necessità di prendere decisioni molto rapidamente), i generali bassi costi collegati e la maggiore flessibilità lo rendono particolarmente adatto proprio al trading con Cfd.

Ma è anche vero che pur trattandosi di una combinazione sulla carta vincente, l’impiego nei CFD ne restringe fortemente il campo di azione ad un numero addirittura inferiore di traders, imponendo dei livelli di requisiti minimi maggiori rispetto a qualsiasi altro tipo di trading che sfrutti sempre lo scalping.

Il trading con i Contract for difference si sposa bene con lo scalping perché permette di adottare questa strategia su tantissimi strumenti sottostanti, seguendo semplicemente le condizioni di mercato, e potendo aprire tante posizioni, anche contemporaneamente con l’impiego di somme modeste (sempre facendo attenzione agli effetti negativi della leva e al discorso dei margini).

Le caratteristiche dello scalping con i Cfd

La caratteristica che non varia rispetto ad altri trading è data dal fatto che bisogna fare un elevato numero di operazioni, dove alcune inevitabilmente verranno chiuse in perdita, altre con modesti guadagni, e che, in quest’ottica, globalmente bisogna arrivare a ottenere la somma dei guadagni maggiore di quella delle perdite subite.

Per realizzare un approccio con lo scalping si possono utilizzare vari metodi, che sono fortemente condizionati dal tipo di sottostante scelto, e dove l’uso degli indicatori è spesso marginale, dato che i time frame che possono essere utilizzati non sono molti. Bisogna in ogni caso operare sfruttando i momenti di elevata volatilità dei mercati.

Vantaggi dello scalping nei Cfd

Trattandosi di un tipo di trading intraday riduce i costi di gestione (dato che sulle posizioni chiuse giornalmente non si ha l’applicazione di commissioni variabili per la parte della notte), una necessità quando si tratta di trading con cfd.

Inoltre si riducono le possibilità di andare incontro a trading avversi e non si rischiano cambi di trend negativi nell’arco delle ore notturne. Quindi riassumendo i principali vantaggi sono dati da:

  • bassi costi di trading e di gestione;
  • abbassamento dei rischi di subire delle perdite per i cambi di trend.

Svantaggi dello scalping con i Cfd

I principali aspetti negativi sono invece dati dall’elevata velocità con cui bisogna aprire le posizioni e di conseguenza chiuderle, e le difficoltà nell’individuare le scelte di guadagno, considerati i costi di spread fissi o commissioni variabili.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!