Piattaforme conto Trading Banca Sella: guida alla scelta

Se si desidera un conto trading online collegato anche al proprio conto corrente, con una maggiore facilità di gestione di entrambi, la risposta giusta si trova presso le banche e non con i broker specializzati.

In Italia dopo Fineco è Banca Sella quella che ha spinto di più verso la creazione di una sezione trading molto ampia e completa, con una discreta scelta anche per quanto riguarda i tipi di piattaforme con cui operare (vedi anche Migliori piattorme forex).

Per mantenere il legame tra conto corrente e conto trading molto saldo, ha anche disposto che con 5 operazioni a trimestre si ottiene l’azzeramento del canone del conto stesso (comunque gratuito per il primo trimestre dall’apertura). Gli strumenti negoziabili vanno da azioni ed obbligazioni agli Etf.

Caratteristiche delle piattaforme di Banca Sella

Le tre piattaforme proposte dalla banca italiana sono:

  • la SellaXtrading: si tratta di una piattaforma web, che può essere gestita anche in mobilità scaricando l’apposita app (vedi anche Migliori piattaforme per dispositivi Apple). il canone mensile è gratuito. Ha un book a 5 livelli, è dotata di grafici evoluti e una personalizzazione abbastanza ridotta;
  • la SellaExtreme: pensata per i trader più attivi e gli scalper. Il costo del canone mensile è di 20 euro, ma con 15 ordini eseguiti nel mese viene azzerato. E’ possibile fare trading algoritmico, la piattaforma è completamente personalizzabile, book infinito e grafici anche dispositivi oltre che professionali;
  • la Sella Trading Bridge: è la versione evoluta della versione Extreme, con un maggiore potenziamento dell’aspetto algoritmico. Il costo sale a 25 euro per il canone che è pur sempre azzerabile tramite 15 ordini eseguiti.

Costi e Commissioni con il Trading di sella

Il sistema di calcolo è basato su un sistema a decalage, per cui più si opera e minore è l’incidenza delle commissioni da pagare. La prima settimana, dal momento dell’attivazione del conto trading, sono comunque gratuite. Prima di affrontare le commissioni in modo più dettagliato, c’è comunque da sottolineare che le somme presenti sul conto Banca Sella sono remunerate, in funzione dell’operatività svolta e cioè:

  • sotto le 10 operazioni nel trimestre non c’è alcuna remunerazione;
  • tra 10 e le 49 operazioni, lo 0,10% lordo;
  • dalle 50 alle 149 operazioni 0,30%;
  • sopra le 150 lo 0,55%.

Tornando alle commissioni, c’è la possibilità di scegliere tra due profili, variabile e fisso, con ‘valori’ differenti a seconda del mercato di riferimento. Nel particolare.

Per le azioni sul mercato italiano

  • Variabile, che prevede l’applicazione di commissioni a partire dallo 0,17% che scendono allo 0,13% se si superano le 750 euro di commissioni all’anno, e 0,10% sopra i mille euro. Il minimo e massimo rimane tra i 2 euro e 19,95 euro;
  • Fisso: rispettivamente, a seconda delle commissioni raggiunte: 8 euro, 7 euro o 5 euro.

Mercati Azionari extra Italia

  • Variabile: su Xetra Germania, con lo 0,16% e l’aggiunta di 9 euro di diritto fisso, a partire da 2+9 euro; su Euronext di Parigi, Amsterdam, Lisbona e Bruxelles con lo 0,16% più diritti fissi di 12 euro, sempre a partire da un minimo di 2+12 euro;
  • Fisso: Equiduct di Germania e Francia 11 euro, mentre per Olanda e Belgio 14 euro. In tutti i casi dopo il terzo ordine nello stesso giorno e sullo stesso strumento si scende al prezzo fisso di 6 euro.

Per le Azioni Usa

  • Solo variabile, pari a 0,16% con un minimo di 12 dollari.

Conclusioni

Guardando alle sole commissioni il conto trading di banca Sella si conferma come uno dei più convenienti. Tuttavia la gestione e soprattutto la qualità della piattaforma incassa generalmente da parte dei traders opinioni non molto positive.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!