Conto trading Bancoposta: costi e commissioni

I titolari di un conto corrente Bancoposta Click o di un conto bancoposta abilitato all’uso del servizio Bancoposta Online (BPOL), possono usufruire gratuitamente dell’uso del conto trading Bancoposta semplicemente accedendo dalla propria area personale seguendo il normale percorso fatto per la gestione delle proprie operazioni postali via web, scegliendo le voci di “accesso” al servizio di risparmio ed investimento.

Si può optare anche la versione del profilo Avanzato, pagando un piccolo canone mensile, a seconda del tipo di esigenze di investimento che si hanno (soprattutto come frequenza di negoziazione, e tipologia di strategia di acquisto/vendita adottate, strumenti, ecc).

Requisiti per l’uso del conto trading

Non è però sufficiente essere abilitati al BPOL o avere un conto bancoposta click per poter dare delle disposizioni operative. E’ infatti necessario aver firmato i documenti di presso un ufficio Bancoposta relativi alla rilevazione del profilo di rischio e delle condizioni generali applicate nel settore degli investimenti, oltre che aver attivato un conto titoli. Nel caso di un conto cointestato a forma congiunta inoltre non è possibile fare trading online per gestire i propri investimenti (nessun problema per quelli a forma disgiunta o non cointestati).

Investimenti, assets e costi del conto trading offerto da Poste Italiane

La scelta sugli strumenti finanziari comprende tutti quelli principali, come i titoli di stato e le altre obbligazioni (canale privilegiato per quelle emesse da poste italiane direttamente), ovviamente le azioni (vedi anche Meglio investire in azioni o forex?), ma anche etf e cw o certificaties. I costi del conto trading bancoposta dipendono, così come i servizi soprattutto di tipo informativo a cui si ha accesso, dal tipo di profilo scelto e cioè:

  • Profilo Base: è compreso l’uso della piattaforma, che rimane comunque discretamente personalizzabile. Sono previste commissioni variabili combinate con quelle fisse (vedi anche Commissioni trading), secondo uno schema a scalare che prende in considerazione il numero di ordini eseguiti nel periodo di riferimento. Le commissioni variabili sono pari allo 0,18%, ma non possono superare i 18 euro o essere inferiori a 3 euro nel caso di un numero massimo di ordini pari a 10; scendono a un massimo di 12 euro se il numero di ordini va da 11 a 30, ed oltre questa soglia a 8 euro;
  • Profilo avanzato: le commissioni diventano fisse, pari a 10 euro per un numero di ordini eseguiti fino a 10, quindi scendono a 8 se si sale da 11 a 30, e a 6 euro oltre i 30 ordini. Il profilo avanzato ha un costo di 2 euro mensili, e oltre agli sconti sulle commissioni di trading permette di usufruire del book a 5 livelli, delle quotazioni push, una maggiore personalizzazione e dell’analisi tecnica by websim.it.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!