Strategia combinata tra l’indicatore ADX ed i Directional Indicator: ecco come studiare un trend !

L’indicatore ADX (Average Directional Index) permette di individuare la forza del trend, ovvero se ci si trova in direzione di un trend oppure no.

Quindi non dà alcun accenno sulla direzione del trend stesso, anche se il problema che può essere facilmente superato combinandolo insieme all’impiego degli indicatori di trend following (la scelta dipende ovviamente dal tipo di strategia applicata e i conseguenti timeframe sui quali operare, dai quali dipende anche il settaggio dello stesso ADX). Il pregio maggiore che ha questo indicatore sta nel fatto che filtrando i segnali di mercato permette di scremare le situazioni di trend che si presentano come le più rischiose.

Il funzionamento dell’ADX

Questo indicatore, ad esempio, se usato in combinazione con i due indicatori +DI (Positive Directional Indicator) e –DI (Negative Directional Indicator), dove il primo misura la forza del trend verso l’alto e il secondo la forza del trend verso il basso, permette quindi di avere informazioni sia sulla forza del trend che sulla direzione.

Partendo dall’incrocio dei valori di +DI e –DI (ovvero se +DI è più alto rispetto a –DI allora il segnale è di vendita, mentre con il contrario i segnali saranno di acquisto), e combinandolo con la curva dell’ADX si viene a conoscenza sia se ci si trova in una zona di trend o mercato laterale, e sia della direzione del trend stesso.

L’individuazione della forza del trend, tramite l’ADX è resa facile dalla lettura del conseguente grafico, che generalmente è settato su valori tra 40 e 60 ma può essere adattato in base alle proprie necessità. I principi di fondo sono che al di sotto del valore 20 si è in un range, tra 20 e 25 il mercato è neutrale, e mano a mano che si sale si entra in un altro trend. Maggiore è il valore, maggiore sarà la forza che esso presenta.

Per ridurre i rischi senza perdere l’avvio di un buon trend si può settare il grafico con il valore più basso fissato a 30. Sopra 40 si comincia ad entrare in una situazione di ipercomprato. Invece sui valori massimi, superare il valore 60 diventa abbastanza raro.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!