Migliori azioni: come far fruttare i propri risparmi

Quando ci si accosta al mondo degli investimenti ci si avvicina ad un ambito molto complesso che va ben al di là di quelle che sono state le principali protagoniste per decenni, ovvero le azioni. Giocare in borsa oggi non significa più solamente acquistare le migliori azioni del momento, ma anche dotarsi delle strategie più adatte al tipo di stile di trading che si intende utilizzare.

Se si vuole usare uno stile più aggressivo e speculativo allora l’operatività intraday o al massimo per un breve periodo diventa la soluzione ideale (fino ad arrivare quando possibile allo scalping). Se invece si vuole ottenere un rendimento il più possibile costante, allora la scelta delle migliori azioni dovrebbe guardare a quelle che tradizionalmente prevedono la distribuzione di dividendi.

Quindi la prima regola da rispettare è quella in base alla quale la scelta delle azioni migliori viene fatta non a priori, ma in funzione del tipo di obiettivo e strategia che si vuole attuare.

Dove investire?

La fine degli anni ’90 e soprattutto la prima decade degli anni 2000 hanno dato una forte spinta all’affermazione dei derivati, spesso in forme poco accessibili e comprensibili ai più. Tra l’altro con i tradizionali derivati (come future, warrant, ecc), rimane sempre la questione della scelta del miglior conto titoli associato a un conto corrente, facendo grande attenzione ai costi e commissioni applicati.

Negli ultimi 15 anni però si sono affermate nuove tipologie di derivati che hanno liberato anche chi vuole investire nell’ambito azionario, degli obblighi dovuti all’esperienza e conoscenza in uno specifico ambito. Questi nuovi ‘prodotti’ hanno ridotto il rischio delle perdite e reso più certi i guadagni, spingendo al massimo a dover valutare le condizioni e i costi legati strettamente all’operatività ma non più alla tenuta del conto con cui fare trading.

Gli strumenti che si sono dimostrati più validi ed affidabili in quest’ottica sono stati i Cfd e le opzioni binarie, visto che per entrambi si possono scegliere le migliori azioni indipendentemente sia dal mercato di appartenenza (azioni inglesi, americane, ecc) che dal livello di specializzazione in uno specifico ambito (ad esempio bancario, industriale, energetico, ecc). Per un trading di successo è invece sempre necessario conoscere le principali dinamiche tra i vari comparti, senza trascurare gli effetti dei beni rifugio (come le materie prime e i metalli preziosi).
Approfondimenti: Investire in opzioni binarie o forex?

Conclusioni

Conviene quindi rinunciare a una parte dei propri risparmi, per un certo periodo di tempo, acquistando le migliori azioni oggi e cercando di valutare quale sia il momento migliore di venderle? Un quesito logico che può avere una valida risposta solo in funzione di un’altra domanda che deve essere alla base del proprio percorso di conoscenza come potenziale e futuro investitore:quali obiettivi ci si vuole porre e quali sono le risorse che si possono destinare?

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!