Bollinger od Alligator: qual è la strategia vincente con le opzioni binarie a 15 minuti?

Alla base delle scelte di trading, anche nel caso delle opzioni binarie, ci deve essere l’individuazione della strategia più adatta all’intervallo sul quale si va a tradare e, nel caso di un timeframe a 15 minuti, le alternative non mancano, essendo un range temporale molto usato (vedi anche Opzioni binarie e forex).

Se però da una parte ci sono numerose strategie per opzioni binarie 15 minuti, di contro, nella maggioranza dei casi, non sono adatte ai traders neofiti in senso assoluto, in quanto è richiesta una minima conoscenza almeno degli indicatori di analisi tecnica più usati.

Per questa ragione, optare per una piattaforma che permette di fare l’esperienza prima su un conto demo, per acquisire le conoscenze necessarie, è sempre il primo passo da compiere, a meno che non si abbia già una certa conoscenza, o dimestichezza con gli indicatori da usare, acquistata anche nel forex, visto e considerato che è questo l’ambito che ha portato al loro sviluppo e affermazione.

Broker Opzioni Binarie Deposito Minimo Investimento Minimo Rendimento Sito ufficiale
24 Option 250€ 24€ 88%
TopOption 100€ 10€ 85%

Una strategia adatta a tutti: l’indicatore Alligator

Questa è una delle poche situazioni in cui al trader si richiede un minimo di competenza per il settaggio del grafico che rende visivo l’andamento della media mobile semplice dei prezzi di una coppia di valute, che fa da sottostante alle opzioni binarie a 15 minuti, con le quali si vuole andare a fare trading. L’unico accorgimento è la scelta di una coppia molto scambiata (majors).

Per il settaggio servono i tre periodi a 13 unità (per la linea superiore), a 8 unità (per quella intermedia) ed a 5 unità per quella inferiore. Normalmente il colore delle linee sul grafico saranno: blu per la prima, rossa per la seconda e verde per la terza. Il nome dato a questo indicatore è dovuto alla similitudine che si ha, a seconda della configurazione delle tre linee, con la bocca di un alligatore.

Quando le tre linee si sovrappongono la “bocca” del rettile è chiusa, e si è in una fase laterale, per cui non ci sono segnali di trend chiari e bisogna attendere. Quando le tre linee tendono ad aprirsi, raffigurando la “bocca” dell’alligatore aperta, allora è giunto il segnale di entrata nel mercato, seguendo le indicazioni offerte dalle tre linee. Infine, quando diventa chiaro che si stanno richiudendo, allora bisogna uscire ed attendere che il ‘rettile torni ad avere appetito’, così da rientrare sul mercato.

  • Vantaggi: si tratta di una strategia adatta un po a tutti i traders, di qualsiasi livello; Facilità e immediatezza di utilizzo;
  • Svantaggi: poco precisa nell’individuazione del punto esatto di entrata, non sfruttando l’incrocio di più indicatori.

Rsi e Bande di Bollinger per aumentare la precisione

Chi desidera delle indicazioni più precise, può sfruttare questa strategia che si adatta molto bene a intervalli tra i 13 e 30 minuti. Infatti oltre ad individuare il trend (rialzista o ribassista) del tipo di opzione su cui puntare, grazie alle zone di ipercomprato e ipervenduto, con l’incrocio dei dati, si ha la possibilità di trovare il punto di entrata ed uscita più prossimo a quello migliore (vedi anche Strategia opzioni binarie MACD e Bande di Bollinger). Incrociando il trend a ribasso che tocca la linea di Bollinger di ipervenduto, si hanno altissime probabilità di entrare con successo con un’opzione di tipo call mentre nel caso opposto la scelta è di opzioni di tipo put (linea Rsi che tocca la banda di bollinger di ipercomprato).

  • Vantaggi: tecnica abbastanza semplice da attuare, con un forte supporto di tipo visivo;
  • Svantaggi: non adatta a chi non ha un minimo di conoscenza con questi due indicatori e con il settaggio dei valori più performanti (bollinger 50, Rsi 10; timeframe non più di 20 min).

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!