Piccoli investimenti- Caratteristiche e condizioni per risultati redditizi

Chiunque abbia maturato una minima esperienza con gli strumenti finanziari, sa bene che piccoli investimenti sicuri al 100 per cento non saranno mai particolarmente redditizi. Infatti il guadagno che deriva dal rendimento, dipende a sua volta dal grado di rischio che si è disposti a sopportare. Per questa ragione piccoli investimenti in borsa possono dare buoni risultati per i guadagni, ma solo se si ha una certa preparazione nel trading (vedi anche Meglio investire nel trading forex o CFD), e se si è disposti a correre del rischio scegliendo prodotti più aggressivi.

Andando sul sicuro allora inevitabilmente il margine di profitto si abbassa, per cui ha più senso cercare conti deposito o quote in fondi comuni di investimento anche con gestori all’estero, se non si amano le performance di quelli di diritto italiano.

Se si ha la volontà di cimentarsi in trading differenti dal classico azionario diretto, sfruttando i derivati, e potendo beneficiare di una riduzione del rischio, allora c’è sempre la possibilità di accedere al trading in Cfd da abbinare eventualmente nel forex.

Vantaggi nel trading Cfd

Ci sono tantissime strategie che permettono di fare trading profittevole senza dover essere dei veri e propri conoscitori del prodotto e degli assets sottostanti. E’ in sostanza importante avere ben chiari solo alcune condizioni irrinunciabili:

  • scegliere un broker che permette di fare Cfd con un elevato numero di assets tra cui poter scegliere;
  • controllare la politica di costi e commissioni collegata all’operatività;
  • poter utilizzare un conto demo che permetta di maturare esperienza oppure sperimentare gratis nuove strategie.

Con queste tre condizioni si ha la certezza che i guadagni che ne deriveranno saranno reali e “netti”. In più non si ha l’applicazione dell’imposta di bollo prevista invece per i conti titoli.

Approfondimenti: Conto demo Plus500.

Quanto investire?

Se si è orientati su piccoli investimenti si dovrà considerare la determinazione di un budget che sia all’inizio di qualche centinaio di euro. Infatti i Cfd permettono di investire somme molto piccole, senza doversi preoccupare dell’ammontare minimo che sarebbe richiesto per un investimento diretto nello stesso sottostante. In più si possono usare le strategie di hedging, sempre che il broker scelto le ammetta.

Il guadagno si ottiene con piccoli investimenti effettuati con una buona frequenza: è il numero e la somma dei rendimenti che permette di far crescere i propri risparmi, per cui rischiare più del dovuto per far crescere in modo esponenziale il profitto è sempre una scelta sbagliata. Ovviamente bisogna essere informati e preparati su:

  • funzionamento della piattaforma;
  • uso degli strumenti di gestione del rischio messi a disposizione del broker;
  • segnali del mercato che viene scelto per fare trading (preferibilmente rilevabili con lo stesso broker anche semplicemente sfruttando account che non siano solo di base).

Chi scegliere?

Partiamo dal presupposto che la scelta è e rimane sempre strettamente personale. Tuttavia non sono molti i broker che presentano tutte le caratteristiche sopra esposte come “ideali”. Tra queste poche piattaforme troviamo quella di Plus500, tra i primi a lanciare il trading online in Cfd accessibile a tutti e non solo agli investitori professionali. Tra l’altro è tra i soli broker che permette di fare una prova completamente gratis, solo previa registrazione, sfruttando il bonus senza deposito di 25 euro, al quale si va ad aggiungere quello con deposito eventualmente fatto successivamente. Ma in più è l’unico o quasi a garantire ai propri utenti l’uso di un conto demo illimitato sia nelle somme che nel tempo.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!