Plus500 o Markets.com: quale scegliere?

Qual è il broker migliore Plus500 o Markets.com? Per confrontare le due piattaforme non si può partire dalla valutazione, che è quella più semplice ed obiettiva, visto che va al di là delle opinioni personali: la sicurezza.

Sia Plus500 che Markets.com sono broker autorizzati Consob, soggetti alle varie forme di controllo, che le stesse licenze richieste per operare impongono. Quindi sia che si scelga di fare trading con l’uno che con l’altro ci si potrà sentire perfettamente sicuri e tutelati sull’affidabilità della società che gestisce la piattaforma di trading. Quindi per capire chi dei due vince il confronto, bisogna partire da un’altra domanda: tra Plus500 e Markets.com qual è più conveniente?

Deposito minimo, leva e conti

Avere davanti un ottimo broker che richiede però dei depositi minimi molto elevati, può rappresentare un ostacolo difficilmente superabile per i traders alle prime armi, oppure per chi vuole semplicemente “provare” un ambiente di investimento differente. Sia Markets.com che Plus500 offrono dei depositi minimi tutto sommato bassi: 100 euro o dollari per entrambi.

Quindi dobbiamo procedere con il confronto su altri campi, andando a considerare la Leva messa a disposizione. Questa inevitabilmente varia in funzione del tipo di assets scelto, essendo più contenuta per i Cfd e più alta invece per il trading Forex. Riguardo a quest’ultimo vediamo che Plus500 ha una leva 1:300, ma anche Markets.com adotta la stessa leva massima.

Fin qui la situazione risulta completamente bilanciata, per cui entriamo ancora di più nello specifico, andando a valutare le differenze operate a livello di conti, con un focus particolare sul conto demo (vedi anche I migliori conti per opzioni binarie). Anche in questo ambito le differenze non sono particolarmente nette: entrambi offrono conti standard e premium con servizi offerti in modo diverso a seconda del livello da “vip” raggiunto. In più entrambi hanno ottimi conti demo, ma nel confronto, dalle opinioni esternate dagli stessi traders, è soprattutto Plus500 che sembra offrire il tipo di conto gratis più valido.

Assets, formazione e Bonus

Avere qualche soldo in più, soprattutto nel periodo di prova, può essere interessante, per cui è particolarmente gradito avere qualche decina di euro da usare, come soldi veri, senza la necessità di fare alcun versamento.

Entrambi hanno varie promozioni, per cui non si possono trovare particolari spunti a vantaggio dell’uno o dell’altro. Sulla formazione Plus500 prevede qualche strumento in più, ma in entrambi i casi viene usato un approccio passivo, mancando una vera e propria formazione one to one.

Infine sulla tipologia di assets troviamo una situazione quasi speculare: Etf, Cfd, Forex con un’ampia scelta di sottostanti (azioni, indici, materie prime e valute).

Conclusioni

La scelta di Plus500 o Markets.com va fatta puntando sul tipo di “ambiente” che offre maggiore comfort, partendo dal fatto che in entrambi i casi si avrà una piattaforma (anche in mobile) molto valida, stabile, con ottimi strumenti di gestione del rischio, ma molto differenti per tipo di interfaccia e struttura.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!