Derivati, oro nuovo e usato: l’importanza della quotazione

Il mercato delle commodities, con una maggiore attenzione per il petrolio e i metalli preziosi dove l’oro è il più “noto”, costituisce una valida possibilità di investire specialmente quando si utilizzano derivati, come le opzioni e contratti per differenza che stanno conquistando il trading online.

Quando però ci si avvicina alla quotazione dell’oro si rischia di cadere in una serie di stereotipi che possono mettere con le spalle al muro anche il più ottimista dei traders.

Differenza tra oro nuovo” e usato

Il dilagare dei negozi “compro oro usato” nelle grandi città come Roma, Milano, ecc, hanno rafforzato l’immagine di questo metallo prezioso quale bene ‘rifugio’. Si tratta però di un modo di pensare molto rischioso e non scevro di errori quando si decide di intraprendere la strada del trading online, scegliendolo come un assets su cui investire i propri soldi.

Per prima cosa non rappresenta il metallo “più” prezioso, e soprattutto non è certo tra quelli che non sono suscettibili di forti cadute anzi, come è evidenziato dall’andamento grafico storico, l’oro è dotato anche di una discreta volatilità.

Entrambe le condizioni sono imputabili al fatto che non rientra tra i metalli rari, e che è in commercio con tantissimi tipi diversi di leghe. Questo aspetto può rendere un oggetto in oro più o meno prezioso, e sempre rimettendosi alla valutazione fatta dall’orefice, che è spesso fatta in modo empirico e sulla base di valutazioni aziendali.

Quindi quando si tratta di oro usato da vendere a un negozio o “compro oro” non si deve andare a vedere la quotazione che è desumibile sui principali giornali economici. Quando si vuole investire nel prezioso metallo giallo si hanno due alternative: acquistare i lingotti nuovi, oppure puntare su derivati, opzioni, ecc. E sicuramente questa seconda scelta è quella preferibile.

A cosa serve la quotazione?

Quando si guarda la quotazione di uno o più giorni, ma sempre in un intervallo di tempo breve, o si vogliono adottare delle rischiosissime strategie intraday, bisogna avere le idee molto chiare, conoscere bene il settore e fare delle opportune scelte di copertura del rischio con gli altri metalli preziosi e strumenti adeguati.

Se invece si fanno degli investimenti sui derivati, allora si dovrebbe innanzitutto guardare il grafico dello storico, o almeno considerare intervalli di tempo di più anni (almeno quinquennali). Questo permetterà di scegliere verso che direzione andare, sarà poi necessario rimanere aggiornati sulle previsioni e sulle analisi tecniche per poter anticipare la nuova direzione del trend. Approfondisci e Impara a leggere un grafico nel trading.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!