Opzioni binarie e l’importanza dei segnali: guida pratica

Che cosa sono e a cosa servono i segnali per le opzioni binarie? Ovviamente si tratta di indicazioni che possono essere a supporto delle scelte spot o di vere e proprie strategie durante il trading in opzioni binarie (come nel caso di quelle a 60 secondi). Le fonti da cui ricavare questi segnali sono molteplici, quindi prima di affidarsi ad un dato segnale per prima cosa ci si deve impegnare a comprenderne e valutarne l’attendibilità. Ciò, ovviamente, non significa che non si avrà alcun rischio, ma si aumenteranno le possibilità di chiudere un trading in profitto.

Quali contributi offrono?

Come già accennato i segnali sono semplicemente delle indicazioni, che possono avere un carattere più o meno personalizzato. Possono, ad esempio, provenire da bot (come ad esempio Autopzionibinarie ) collegati alla propria piattaforma di trading che, sulla base dei dati inseriti, estrapolano di volta in volta in tempo reale delle indicazioni sul trend e sui momenti di apertura delle posizioni. Possono inoltre essere gratuiti oppure a pagamento (normalmente si deve sostenere un abbonamento mensile), e sono validi se considerati uno strumento ausiliario e non perfettamente sostitutivo delle valutazioni da fare (come l’analisi dei grafici live, uso di indicatori, ecc). I robot che offrono i segnali danno informazioni e non operano successivamente in modo autonomo, quindi sta ad ogni traders decidere se utilizzare le loro indicazioni di volta in volta (vedi anche Robot opzioni binarie) . Altri segnali possono provenire da traders professionisti oppure più esperti che danno indicazioni anche all’interno di community o forum tematici.

Attenzione: Qualsiasi sia il tipo di orientamento che si ha, o il livello di esperienza raggiunto a livello operativo, bisogna affidarsi esclusivamente alle fonti più sicure.

Gli strumenti dei broker sono sicuri?

Ci sono dei broker specializzati in opzioni binarie, che mettono a disposizioni tantissimi strumenti ausiliari, tra i quali non mancano dei buoni software per l’elaborazione dei segnali (alcuni offrono il servizio gratis, e in modo quotidiano, sui principali assets), supportati ulteriormente dai grafici live. Si tratta di ottimi strumenti, ma anche qui si rimanda allo stesso problema, ovvero quello della necessità di saper usare questi ‘programmi’ ausiliari.

Quindi se si sta pensando di iniziare a fare trading in opzioni binarie, attirati dalla loro semplicità di funzionamento, senza però avere la volontà di acquisire le conoscenze di base, è da sottolineare come anche i migliori segnali (e relativi software), da soli, non porteranno (soprattutto nel lungo periodo) a chiudere le posizioni in profitto. Inoltre la scelta non può essere intesa in modo assoluto, ma va considerata in relazione al tipo di trading (meno aggressivo e più costante, o all’opposto) e alla personalità che ogni trader è disposto a mettere in gioco.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!