Confronto strategie day trading Rocema e Rocema Trend: differenze e peculiarità

Il Rate Of Change and Exponential Moving Average, meglio noto con l’acronimo ROCEMA, rientra tra le strategie di day trading. Questa strategia può essere utilizzata su diversi time frame e può essere impiegato anche per il trading in azioni o su indici di borsa, senza dove effettuare particolari cambiamenti.

Dalla ROCEMA deriva la ROCEMATrend, che non va intesa assolutamente come un sostituto della ROCEMA. Addirittura le due strategie possono essere anche combinate tra loro, mentre l’uso dell’una piuttosto che dell’altra dipende dal tipo di trading e dall’esperienza personale maturata con il loro utilizzo, nonché da una certa preferenza e attitudine individuale.

La ROCEMA dal punto di vista operativo

Anche se questa strategia si adatta ai vari intervalli, quello più utilizzato è il timeframe a 15 minuti. Basandoci sul grafico quindi a 15 minuti, bisogna aggiungere una media mobile esponenziale (EMA) a 6 ore, ovvero con un periodo pari a 16. Quindi va calcolato il ROC (Rate of change) che è già ‘programmato’ nel ROCEMA stesso.

Apertura e chiusura delle posizioni con la ROCEMA

Adottando questa strategia si mantiene la posizione sempre aperta, passando all’occorrenza da una short a una long, in funzione dei valori dimostrati dall’indicatore di variazione che è appunto il ROC (indicatore di momentum). Quindi si avranno differenti ipotesi:

  • Il ROC è positivo: il trader apre una posizione long;
  • Il ROC è negativo: il trader apre una posizione short.

Una volta aperte le posizioni bisogna guardare alle variazioni del ROC, per cui se passa da positivo a negativo si passa da una posizione short ad una long e viceversa nel caso contrario. Per quanto riguarda l’ìmpiego dei questa strategia per le uscite? La chiusura in perdita o guadagno dipende dal valore assunto dal ROCEMA, ma oltre ai cambi di direzione si può fare riferimento ai rallentamenti, che di norma sono sintomatici di un cambio di trend.

La differenza tra il ROCEMA e il ROCEMAtrend

La principale differenza nel ROCEMAtrend risiede nel fatto che si utilizza un grafico ROCEMA al quale viene aggiunta una seconda linea di EMA che generalmente è fissata su alcuni giorni (almeno 100 periodi) dato che l’obiettivo è quello di utilizzare questa seconda come filtro, riducendo il numero di punti di ingresso o di acquisto legati a momenti brevi del trend.

Infine nel ROCEMATrend è inserito uno stop automatico del prezzo d’ingresso uguale al target che consente di ottenere un rapporto guadagno/rischio pari ad 1.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!