Scegliere la strategia di trading online Cfd più efficace

Un parere comune ai vari esperti nel trading, indipendentemente dal target degli strumenti finanziari obiettivo dell’operatività, è che la vera differenza tra i traders vincenti e i traders perdenti consiste nella capacità di “sopravvivenza” che questi sono in grado di dimostrare nei differenti momenti di mercato, cercando di massimizzare i guadagni (cavalcando le situazioni favorevoli il più a lungo possibile senza uscire troppo presto dall’investimento), e cercando di minimizzare le perdite (sfruttando in modo intelligente strategie come hedging o strumenti come lo stop loss, ecc).

Ciò che a sua volta consente ai traders di sopravvivere è la presenza di un metodo e di un buon approccio al mercato.

Come individuare una buona strategia con i cfd?

Ogni strategia va considerata valida se ha l’obiettivo di costituire un buon metodo. Tuttavia per poter centrare questo primo obiettivo è necessario che sia delineata o cercata in funzione del tipo di approccio che si intende utilizzare, del tipo di sottostante scelto e relative caratteristiche del suo mercato, e del tipo di orizzonte temporale durante il quale viene svolta la maggior parte della operatività.

Questi elementi sono necessari per poter individuare le strategie più adatte alla creazione di un buon metodo per qualsiasi tipologia di investimento, ma diventano ancora più importanti nel caso di strumenti molto speculativi, e di non facilissima comprensione, come nel caso dei Cfd.

La scelta delle strategie nei Cfd

E’ rischioso e, nella maggior parte dei casi, poco performante affidarsi ad una sola strategia, ma di norma bisogna costruire dei veri e propri “pacchetti” di strategie.

Da una parte si ottiene una maggiore flessibilità nel loro utilizzo, sia a livello di singolo trading, e sia sulla scelta di differenti sottostanti (data l’ampiezza delle possibili scelte a cui si va incontro con questi strumenti finanziari) e dall’altra si minimizzano i rischi.

Nel trading con time frame molto brevi l’adozione delle strategie può essere limitata e incentrata su delle scelte molto specifiche, invece per time frame più lunghi può essere utile adottare sia strategie incentrate sulla fase speculativa che sulla protezione o riduzione del rischio.

In ogni caso, indipendentemente dalla strategia scelta, questa deve comprendere le indicazioni necessarie per saper dosare l’uso della leva combinandola anche con altri strumenti (come lo stop loss), e la gestione delle somme trasferite nel conto trading.

Porsi dei limiti di esborso ben precisi è infatti il primo passo da compiere, per proteggersi dalle possibili perdite, e per poi poter fare tutte le altre scelte successive, dalle quali a sua volta dipende anche la scelta delle strategie.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!