Individuare la direzione di un trend con la teoria dei cicli nel forex

La teoria dei cicli parte da un presupposto che per quanto banale è allo stesso tempo molto importante per poterne comprendere il funzionamento: si parte infatti dalla considerazione che il prezzo è il frutto della somma delle varie onde cicliche o cicli che si susseguono.

Quindi, in primis, bisogna individuare i vari cicli, soffermandosi su quelli che sono più vicini al time frame con il quale si va a fare trading, con lo scopo di individuare i punti di minimo e di massimo delle varie onde, che si alternano seguendo un trend costante. Grazie a questo principio quindi si ha la possibilità, con l’analisi dell’andamento delle onde passate, di poter prevedere con una buona approssimazione il punto di entrata sulle onde o cicli dell’immediato futuro.

La logica della teoria dei cicli nel forex

Come per tutte le strategie, anche in questo caso l’obiettivo del traders è quello di migliorare le probabilità di successo delle proprie scelte di trading, alzando a proprio vantaggio il rapporto tra rendimento e rischio.

Grazie alla costanza con la quale si susseguono le onde cicliche, secondo questa teoria quindi, per poter guadagnare bisogna entrare, una volta compresa la direzione del trend (indicazione che viene appresa osservando il comportamento a rialzo o a ribasso dei cicli di minore durata), nei momenti di entrata (dati sempre sulla base delle indicazioni date dai cicli di durata minore o inferiori) dei cicli di maggiore durata.

Il rapporto dei cicli è tale che quelli di durata superiore sono pari al doppio di quelli di durata inferiore (ad esempio un ciclo ad 8 giorni, si suddivide in due cicli da 4 giorni, che a loro volta si suddividono in 4 cicli da 2 giorni, ecc).

La scelta dei cicli

La scelta della durata del ciclo dipende fortemente dal tipo di strategia Forex utilizzata e conseguentemente dai time frame utilizzati. Va comunque tenuto presente che più il ciclo considerato è breve, maggiormente risulteranno affidabili le indicazioni.

Quindi anche nel caso in cui si scelga un ciclo abbastanza lungo (ad esempio di 8 cicli), vale sempre la pena, prima di guardare il comportamento dei cicli di durata inferiore (che sono in questo caso quelli di 4 giorni), e, di seguito, dare un’occhiata ai cicli su cui si suddividono questi ultimi, così da avere segnali sempre più precisi.

Miglior Broker Forex 2017

Puoi fare trading anche sulle criptovalute!